Spedizioni a partire da 2,80€ - Corriere fisso a 5.50€ - Spedizioni gratis per ordini da 70€



Felix Mentula

@FelixMentula on Twitter

🇬🇧 Follow us back in time, to a period of god-fearing men and women who used to wear cocks for good luck. And we all could use some good luck...and some cock (or maybe that's just me).  Inspired by the amulets worn by ancient romans, Felix Mentula is going to be your handmade luckycharm, available in 5 limited editions during our Kickstarter starting July 1st.

Marbula:

You cannot think about ancient Rome without immediately picturing the colossal marble works, the imposing statues of emperors, gods, heroes overlooking large plazas with their majestic muscles, severe faces and...disappointing penises.
There's a reason, obviously. Beauty standards in Greece, and later in Rome, didn't see an aesthetic quality in big phalluses, they were in fact associated to ugliness, lust and stupidity. Satyrs were portraited like that and the god Priapus, while the idealistic men portraited by the statues were smart and logical. Owners of a modest penis, but knowing how to use it very well.
This element comes back with the Reinassance artists even though in this case, beside the classical ideal, the church has a role being at its peak in this period.
For all these reasons, we have decided that the first version of our Felix Mentula will be realized with a marble effect.
Rainbula: 
We already mentioned Priapus, a minor deity in the Greek and Roman pantheon, son of Aphrodite and Dionisus (according to Romans his father was Zeus). Priapus was cursed by the gods, a huge member penis was gifted to him but his appearance was deformed. Priapus is a deity connected to sex and passion, obviously. But, in particular, Priapus is the god of fertility - not just physical. In the Roman age in fact, a cult of Priapus develops strongly and to him are dedicated some of the most notable festivities of the year, the Falloforie, and during these there are long processions happening in the field carrying giant wooden penises. These celebrations have a happy ending, too. They finish with a rain of honey and wine on the newly cultivated fields to symbolize the male orgasm and the...coming of Priapus.
But after the rain, comes the rainbow. And that's why the second version of our Felix Mentula will be painted in the rainbow colors.
Galaxula:
We've told you about Roman and Italian traditions, in ancient and modern times about phallic luckycharms. But this type of cult exists pretty much anywhere:
In India the penis is connected to the cult of Shiva and in Indo-European countries in general it's easy to find Linga (a sanskrit tem from hinduism to indicate a phallic symbol) used to banish evil and bad luck; in Bhutan especially these luckycharms are in many paintings.
In Japan still to this day is celebrated the Kanamara Matsuri - the festival of the steel phallus- a Shinto celebration of fertility.
The Balkans have their own modern version of the Fallotopie, dedicated to the god Kuker, in which theatre plays that show the adventures of the god are performed and their purpose is to wish a good harvest.
In Iceland the phallus museum has been open since 1974, there you can find all artistic representations of the cult of phallus, many traceable to the norse god Freyr.
Oversea, in Maya and Navajo cultures we can find representations of the male reproductive organ as an object to bring luck.
And finally in modern religious like the church of San Priapus, it's common to find rituals connected to the phallus.
A universal symbol, that we have decided to celebrate in the third version of our Felix Mentula that will be painted with a galaxy theme.
Cornula:
Do you think penises as luckycharms are a thing left in Ancient Rome? You couldn't be more wrong.
Nowadays these kinds of luckycharms are in the pockets and the homes of almost every Italian: the cornetto.
That's right, our famous 'cornicelli' are the grat grandchildren of Priapus' symbols, evolved through the centuries until they arrived to us in their red and crowned form, keeping the same meaning as an amulet to expel evil eye and misfortune.
They say to bring luck a horn needs to have 3 basic qualities: be red, be handmade and be gifted. And have no fear...
The fourth version of our Felix Mentula will be red, and you can gift them to your favorite person. Or to yourself.
Fascinula:
The Fascinus is one of Ancient Rome most famous amulets, used as protection against jinx, it had the shape of a winged penis. Fascinuses' magic and protective power and their importance are well testimonied in written works by Pliny, Varro and Horace. We know for example, that it was custom to hang a fascinus under the carriage of victorious soldiers as they rode through the town to protect them from envy; but many fascinus jewels were found that people used to wear as necklace or brooch, some even worn by children (boys) for protection; other fascinus have been found in cultivated fields, to chase away the envious from the lush fruits.
The word fascino (in italian charm or glamour, in english fascinated) has arrived to us from Catullus' Carmi, and is derived from the amulet because to charm it means to enchant, to adulate and this type of joy and romantic pleasure generates jealousy and gossip.
The winged fascinus will be the last version of this set of limited edition by Felix Mentula.

All Felix Mentula are handmade and handpainted by our lovely artist Cassandra.  
 
🇮🇹 Seguiteci in un viaggio indietro nel tempo, fino ad un periodo di uomini e donne timorosi di dio che indossavano cazzi per buona fortuna. E avremmo tutti bisogno di un po' di buona sorte...e magari un po' di cazzo (o forse quello solo io). Ispirati dagli amuleti indossati dagli antichi Romani, Felix Mentula sarà il vostro portafortuna fatto a mano, disponibile in 5 edizioni limitate durante il nostro Kickstarter in partenza il 1° Luglio.
Marbula: 
Non si può non pensare al classico mondo romano senza che la mente vada subito alle colossali opere in marmo, alle imponenti statue di imperatori, dei, eroi che sovrastano grandi piazze con i loro maestosi muscoli, volti imponenti e peni…deludenti.
C’è un motivo, ovviamente. I canoni di bellezza Greci, e Romani successivamente, non vedevano nei falli imponenti una qualità estetica, essi erano infatti associati alla bruttezza, alla lussuria e alla stupidità. Venivano infatti rappresentati in tal modo i Satiri e il dio Priapo, mentre gli uomini ideali a cui venivano dedicate le statue erano intelligenti e logici. Dotati di un pene modesto, ma che sapevano usare molto bene.
Questo elemento viene poi ripreso dagli artisti del Rinascimento ma qui, oltre all’ideale classico, ci mette lo zampino anche la censura della chiesa, che in questo periodo sta raggiungendo il suo apice.
Ebbene, per tutti questi motivi, abbiamo deciso che la prima versione dei nostri Felix Mentula sarà realizzata con effetto marmo.

 

Rainbula:
Vi abbiamo già citato Priapo, una delle divinità minori del pantheon Greco e Romano, figlio di Afrodite e Dioniso (Secondo i Romani il padre era invece Zeus). Priapo venne maledetto dagli dei, gli venne donato un membro enorme ma un aspetto deforme. Priapo è una divinità legata al sesso e alla passione, ovviamente. Ma, in particolare, Priapo è il dio della fecondità – non solo fisica. In epoca Romana infatti si sviluppa un culto di Priapo molto forte, tanto da dedicargli delle vere e proprie feste, le Falloforie, durante le quali lunghe processioni procedono per i campi trasportando degli enormi falli di legno. Queste celebrazioni hanno un lieto fine, infatti terminano con una pioggia di miele e vino sui campi appena coltivati, a simboleggiare l’orgasmo maschile e la…venuta di Priapo.
Ma dopo la pioggia, esce l’arcobaleno. Ed ecco perché la seconda versione dei nostri Felix Mentula sarà dipinta con i colori dell’arcobaleno.
Galaxula:
Vi abbiamo parlato delle tradizioni Romane e Italiane, in epoca antica e moderna per quanto riguarda i portafortuna fallici. Ma questo tipo di culto esiste un po’ ovunque:
In India il fallo è legato al culto di Shiva e nei paesi indoeuropei in generale è comune trovare dei Linga (termine sanscrito legato alla religione induista per simbolo fallico) i cui significati sono generalmente legati allo scacciare la sfortuna e il male; In Bhutan in particolare questi portafortuna sono in moltissimi dipinti.
In Giappone si celebra tutt’oggi il Kanamara Matsuri – la festa del pene di ferro – celebrazione scintoista della fertilità.
I Balcani hanno la loro versione moderna delle fallotopie, dedicata al dio Kuker, in cui ogni primavera degli spettacoli teatrali rappresentanti le avventure del dio vengono messe in atto e servono ad augurare un buon raccolto.
In Islanda è stato inaugurato nel 1974 il museo fallologico, in cui sono raccolti tutti i ritrovamenti artistici legati al culto del fallo, molti risalenti al dio norreno Freyr.
Anche oltreoceano, nelle culture Maya e Navajo troviamo rappresentazioni del membro maschile come portatore di fortuna.
E infine in religioni morderne come la chiesa di San Priapo, è comune trovare rituali legati al fallo.
Un simbolo universale, quindi, che abbiamo deciso di celebrare nella terza versione del nostro Felix Mentula che sarà dipinto con un tema a galassia.
Cornula: 
Pensate che i peni come portafortuna siano rimasti all’epoca degli antichi romani? Sbagliatissimo. Oggigiorno i portafortuna fallici sono ancora nelle tasche e nelle case di tantissimi italiani: I cornetti.
Ebbene sì, i nostri famosi cornicelli sono i pronipoti dei simboli del dio Priapo che sono mutati nei secoli fino ad arrivare a noi nella loro forma rossa e coronata, mantenendo però lo stesso significato di amuleto per scacciare il malocchio e la sfiga.
Si dice che per portare fortuna un cornetto abbia bisogno di 3 qualità fondamentali: Essere rosso, regalato e fatto a mano. E non temete…
La quarta versione dei nostri Felix Mentula sarà rossa, e potrete regalarli alla vostra persona preferita. O a voi stessi.
Fascinula: 
Il Fascinus è uno degli amuleti più famosi dell’epoca romana, usato come rimedio contro il malocchio, aveva la forma di un pene alato. I fascinus e il loro potere magico e protettivo e l’importanza che ad esso veniva attribuita dai romani ci è tramandata in moltissimi scritti di Plinio, Varrone e Orazio.
Sappiamo, per esempio, che era consuetudine appendere un fascinus sotto al carro dei militari vittoriosi mentre percorrevano la città per proteggerli dall’invidia; ma ci sono anche giunti svariati gioielli fascinus da indossare come collana o come spilla, alcuni indossati da bambini (maschi) per protezione; altri fascinum sono stati ritrovati nei campi coltivati, per allontanare gli invidiosi dai rigogliosi frutti.
La stessa parola Fascino, che ci arriva dai Carmen di Catullo, deriva da questo termine, in quanto per fascino si intende una malia, un incantesimo che riesce ad adulare e questo tipo di gioia e godimento amoroso genera le invidie e le malelingue.
Il fascinus alato sarà l’ultima versione di questo set di edizioni limitate di Felix Mentula.
Tutti i Felix Mentula sono fatti a mano e dipinti a mano dalla nostra meravigliosa artista Cassandra.